5 ottobre: inaugurazione mostra TELE-VISIONI da martinodesign


Tele-Visioni: 11 artisti interpretano il piccolo schermo. 

A cura di Fulvio Chimento e Antonella Malaguti


05/10/2012 – 28/10/201210.00-13.00 15:30 – 19:30inaugurazione venerdi 5 ottobre – ingresso gratuito

da venerdi 5 ottobre 2012, in occasione dell’ottava edizione della giornata dell’arte contemporanea, organizzata dall’associazione dei musei d’arte contemporanea italiani AMACI , noi insieme alla galleria bolognese “fantomars, arte accessibile” presentiamo la mostra TELE-VISIONI. dieci artisti interpretano l’oggetto tv, ormai in disuso, dandogli un nuovo senso e una nuova vita.

qui tutti gli eventi a bologna.
l’inaugurazione presso la galleria fantomars sara’ sabato 6 ottobre.

la giornata del contemporaneo coinvolge tantissimi prestigiosi musei in italia, come il MAXXI di roma, il mambo di bologna, il mart di rovereto. qui tutto l’elenco.  porte aperte gratuitamente in ogni angolo del paese, per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze. un programma multiforme che regalerà al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea.  
 
anche quest’anno, la Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, accanto alle più importanti istituzioni italiane, rinnova il suo sostegno ad AMACI, all’Ottava Giornata del Contemporaneo e a tutti i suoi eventi. 

Home

Quando un medium perde la sua funzione quotidiana inizia a suscitare un nuovo interesse. È questa una delle tesi più note di Rosalid Krauss, influente critico d’arte dei nostri tempi. La condizione di fuori moda permette, quindi, a certi oggetti di liberarsi dal pregiudizio d’uso e di innescare un rapporto con l’ambito estetico. Il passaggio dalla tv via cavo al digitale terrestre, avvenuto nel 2011, ha decretato il definitivo spegnimento di molti apparecchi non più convertibili alle nuove tecnologie e la conseguente necessità, da parte dei comuni, di riciclare un grosso quantitativo di apparecchiature elettroniche non più utilizzabili. Come salvare questi monitor abbandonati re-inventandoli per fini estetici? Lo abbiamo chiesto a undici artisti, che indagheranno il piccolo schermo considerandolo al pari di un qualsiasi ready made (piedistallo, cornice, acquario, lampadario, casa per le bambole…).

In mostra: Artediparte, Elena Bellantoni, Simone Fazio, Valerio Giacone, Pier Lanzillotta, Selene Lazzarini, Giovanni Monti, Cristina Panicali, Giuliano Pastori, Angelica Porrari, Trisegno Design. La collettiva ha anche l’intento di indagare alcuni aspetti legati alla comunicazione di massa, in un momento in cui un mezzo interattivo come internet ha innescato un cambiamento epocale, che coinvolge i singoli individui, la società, il mercato e, di conseguenza, l’arte. A cura di Fulvio Chimento e Antonella Malaguti

Ingresso gratuito no prenotazione

Per informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.